La Cisl Scuola si è opposta con forza ai tagli in quanto con questo ultimo intervento le scuole avranno enormi difficoltà nella gestione organizzativa e nel funzionamento, evidenziando inoltre la questione della vigilanza, dell'assistenza e delle responsabilità. La Cisl ha chiesto all'USR di intervenire presso il Ministro al fine di rappresentare le grosse difficoltà che si creeranno e l'impossibilità a garantire la vigilanza nei doppi turni.
Ha chiesto che gli organici vengano distributi alle scuole in base ai parametri previsti dagli schemi di decreto, al fine  evidenziare l'esigenza di un uteriore contingente in deroga a quanto già stabilito.
L'amministrazione ha preso atto delle problematiche e nel condividerle si è impegnata ad intervenire presso il Miur per ottenere deroghe o aumenti della consistenza in adeguamento all'organico di diritto a quello di fatto.