Pubblichiamo, in allegato, il decreto n. 79 relativo al personale docente inidoneo e al relativo passaggio al ruolo ATA.

Decreto

 

Qui di seguito pubblichiamo la trasmissione del decreto ministeriale agli USR

 

OGGETTO: Personale docente inidoneo – inquadramento nel ruolo personale ATA –  trasmissione decreto ministeriale 12-09-2011, n. 79

 

Si fa seguito alla nota 6626 del 10 agosto c.a., per trasmettere il decreto ministeriale  12-09-2011 n° 79, in corso di registrazione, con il quale, ai sensi del comma 12 dell’articolo 19 della legge 111/2011, vengono definiti i criteri per la disciplina della materia di cui in oggetto.

 

Alle indicazioni già fornite con la citata nota, che trovano, tutte, conferma nel decreto, si pone in evidenza che, ai sensi dell’articolo 5.2., anche il personale docente inidoneo che in prima applicazione chiede ed ottiene di essere inquadrato nei ruoli ATA, può successivamente partecipare alla mobilità intercompartimentale di cui al comma 13 del citato articolo 19, secondo criteri e modalità da individuare con il decreto interministeriale, previsto dal comma 15.

Si sottolinea, inoltre, che per effetto del comma 3 dello stesso articolo, nell’assegnazione della sede verrà garantita la precedenza assoluta al personale richiedente la mobilità intercompartimentale, che abbia prestato servizio per almeno sei mesi negli uffici dell’Amministrazione centrale e periferica del Ministero.

 

Di conseguenza, tenuto conto, in particolare, della rilevanza della disposizione in merito alla successiva rinuncia dei ruoli ATA, si ritiene opportuno prorogare al 21 settembre 2011, il termine finale per la presentazione della domanda di inquadramento in qualità di assistente amministrativo e di assistente tecnico, precedentemente fissato al 14 p.v.-

In proposito, nel porre in evidenza che dal 1° settembre scorso la domanda in argomento può essere inoltrata anche via web, con modalità on-line, si precisa che con tale procedura possono essere nuovamente formulate le istanze già presentate a mezzo del modulo cartaceo, allegato alla nota del 10 agosto scorso.

 

A chiusura delle funzioni per la domanda on-line, le SS.LL., tenuto conto della duplice modalità di presentazione delle domande, avranno cura di comunicare, a questa Direzione generale, ufficio 5°, il numero di aspiranti all’inquadramento nei profili ATA distinto per provincia e per profilo professionale e, di conseguenza, il numero dei posti che non risulta più necessario tenere accantonati per l’assegnazione della sede provvisoria a favore del personale in questione.

Con successiva nota saranno fornite le indicazioni di dettaglio, per l’assegnazione della sede provvisoria di servizio per il corrente anno scolastico nonché per la formulazione dei provvedimenti concernenti l’inquadramento di detto personale.

 

IL  DIRETTORE  GENERALE