Si è svolto - ieri pomeriggio, al MIUR - l’incontro (richiesto unitariamente dalle Organizzazioni Sindacali) sulla formazione del personale docente ed a.t.a.. Nel corso della riunione, definita informale dalla stessa Amministrazione, è stata presentata una bozza di provvedimento in cui sono assunti gli interventi prioritari contenuti negli specifici Contratti Collettivi Nazionali Integrativi (CCNI) sottoscritti negli anni precedenti e l’elencazione delle risorse di cui ancora però non si ha certezza formale.

 

La CISL Scuola

  • ha evidenziato ancora una volta l’esiguità delle risorse, non certe, destinate alla formazione del personale;
  • ha contestato duramente la bozza di provvedimento, sostenendo che l’istituto della formazione del personale è materia contrattuale, come previsto dall’art. 4, comma 2, del vigente CCNL, non modificato dalla cosiddetta “riforma Brunetta”;
  • ha chiesto, pertanto, di “aprire il tavolo contrattuale” non appena conosciuta la certezza delle risorse.

L’Amministrazione si è impegnata ad approfondire la questione e di convocare al più presto le Organizzazioni Sindacali (la convocazione per il prossimo 21 marzo è pervenuta nel pomeriggio odierno).

Relativamente alle informazioni analitiche richieste con la nota unitaria, la CISL Scuola

  • ha ribadito la richiesta di conoscere puntualmente l’elenco dei progetti in atto avviati a livello centrale con l’indicazione delle risorse e degli enti a cui sono stati affidati;
  • ha confermato la richiesta di revoca del progetto Docenti Tutor: i criteri di affidamento e di informazione ai destinatari, infatti, non sono stati rispettosi del diritto di informativa alle Organizzazioni Sindacali medesime e non è stata seguita la procedura di affidamento pubblico.

L’Amministrazione si è impegnata a fornire, al più presto, le informazioni richieste (sempre nel pomeriggio odierno si è appreso che il progetto Docenti Tutor è stato ritirato).