Dopo la forte presa di posizione della Cisl Scuola sul mancato pagamento degli scatti di anzianità arriva un primo segnale di attenzione: il ministro Profumo incontrerà i sindacati venerdì prossimo, 8 giugno.

 Alle dichiarazioni rese nei giorni scorsi dal segretario generale Francesco Scrima, che aveva preannunciato una mobilitazione destinata a coinvolgere inevitabilmente le operazioni di fine anno, si erano via via aggiunte quelle di tutte le altre sigle sindacali, in particolare di quelle che con la Cisl avevano rivendicato e raggiunto l'intesa del 2010 sul recupero degli scatti, di cui il ministro e il governo sono chiamati a dare anche quest'anno attuazione, come già avvenuto nel 2011.

Pur essendo quello degli scatti l'argomento principale dell'incontro, la Cisl Scuola coglierà l'occasione per porre sul tavolo anche altre questioni (organici, TFA, reclutamento, assunzioni) che sono in questi giorni oggetto di un serrato confronto con l'Amministrazione e su cui si concentrano l'attenzione e le attese di tantissime persone, a partire dalle decine di migliaia di precari in attesa di veder valorizzata adeguatamente la propria esperienza di lavoro, ma più in generale di quanti aspirano a lavorare nella scuola affrontandone gli impegnativi percorsi di formazione iniziale.