Si è concluso, nella mattinata del 6 dicembre, il confronto sul CCNI per la mobilità del prossimo anno scolastico: la trattativa anche quest’anno è stata portata a termine con sensibile anticipo.

 

Ciò per consentire - in tempi utili con la gestione delle relative procedure e l’avvio del nuovo anno scolastico - la conclusione del previsto iter di certificazione (ex art. 40-bis del dlgs 165/01).

Il Contratto diverrà operativo con la definitiva sottoscrizione.

Le principali novità introdotte:

  • è inserito il nuovo art. 3-bis relativo alla mobilità  territoriale e professionale dei docenti transitati nei ruoli statali
  • è meglio esplicitato (art. 7) il campo di applicazione del sistema delle precedenze
  • sono recepite (art. 9) le disposizioni in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive
  • è meglio specificato - in relazione al dimensionamento delle rete scolastica (art. 20) - sia il mantenimento del punteggio della continuità, sia la fruizione delle precedenze sia il rientro nella scuola di titolarità
  • è aggiunto (art 37-bis) il comma che definisce l'attribuzione del punteggio per la continuità agli insegnanti di religione cattolica
  • sono inserite (artt. 47 e 48) precisazioni ai fini della riassegnazione della titolarità e del beneficio delle precedenze in caso di ridimensionamento della rete scolastica
  • è chiarito (art. 50) che il passaggio dall'area "A" all'area "As" e viceversa si considera sempre come passaggio nell'ambito della stessa area
  • è precisato che anche il personale a.t.a. dovrà presentare la domanda “on line”, probabilmente in date diverse da quelle previste per i docenti (onde evitare l'“affollamento di funzioni” al Sistema Informativo).