In piena attuazione l’intesa sul recupero degli scatti di anzianità. Come annunciato, le posizioni retributive saranno per tutti regolarizzate con lo stipendio del mese di maggio. Già disposta, il 17 aprile, l’emissione urgente degli arretrati.

 Le somme derivanti dal conteggio fino al mese di aprile 2013 saranno però esigibili (cioè accreditate agli interessati) solo fra qualche giorno, e precisamente in data 26 aprile.

 Sarà il cedolino di maggio a dover essere attentamente analizzato per verificare non  soltanto l’attribuzione della nuova classe stipendiale a chi ne ha diritto, ma anche (per tutti) la rettifica della scadenza per il conseguimento del successivo passaggio di classe, che dovrà risultare accorciata, per ciascuno, di un anno.

 Fa piacere constatare come oggi tutti (ma proprio tutti!) stiano dando molto spazio al recupero degli scatti, descrivendo in lungo e in largo le modalità di attuazione di un’intesa che sta portando frutti concreti e tangibili ai lavoratori della scuola, in un contesto che li rende ancor più apprezzabili. Fa piacere, soprattutto a chi quell’intesa, contro la quale sono stati versati fino all'ultimo  fiumi di scetticismo e di ostilità, l’ha invece tenacemente voluta e raggiunta. Il tempo, come sempre, è galantuomo.

 Per completezza di informazione comunichiamo che il personale scolastico, avente diritto alla attribuzione del gradone ed alla conseguente liquidazione degli arretrati, che non si trova in servizio perchè collocato in quiescenza, sarà oggetto di una ulteriore emissione speciale di cui al momento non conosciamo la data di lavorazione.