Dichiarazione di Francesco Scrima

Segretario Generale della CISL Scuola

 

Per la scuola attese deluse

Giornata pessima quella di oggi per la scuola, ancora una volta penalizzata insieme al lavoro pubblico, con il rinvio del contratto e con un nuovo intervento sugli scatti di anzianità. Così il Governo smentisce le ripetute dichiarazioni di voler aprire una stagione di rinnovata attenzione per istruzione e formazione.

A completare il quadro l’assenza di qualunque provvedimento per la scuola nel decreto cosiddetto “del fare”. Un “fare” che per la scuola viene rinviato a tempi futuri: è grave che alcune emergenze (organico del sostegno, piano triennale di assunzioni, inidonei, quota 96) non trovino risposta a causa della rigidità, come da peggiore tradizione, del ministero dell’economia.

Con queste premesse è molto difficile immaginare un avvio di anno scolastico privo di tensioni se il Governo non provvederà tempestivamente ad affrontare e risolvere le questioni in atto.

 

Roma, 8 agosto 2013