Si è svolto ieri mattina al MIUR un incontro, fortemente sollecitato dalle OO.SS., sui corsi di riconversione sul sostegno destinati al personale docente in esubero, con priorità per i titolari delle classi di concorso A075, A076, C555, C999.
Come si ricorderà per tali corsi, istituiti con il D.D. n. 7 del 16 aprile 2012, erano già state emanate disposizioni nel mese di ottobre 2012 per la presentazione delle domande da parte dei docenti interessati (prot. 7645 dell'11.10.2012).
La questione, stante il tempo trascorso, si è intrecciata sia con le disposizioni contenute nel decreto legge sulla scuola relative al passaggio del personale titolare C555 eC999 in altre classi di concorso o profili ATA (rif. comunicato di martedì 15 ottobre), sia con il decreto del 9 agosto scorso relativo all'istituzione dei TFA sul sostegno (rif. comunicato del 20 agosto u.s.). Una situazione che ci ha visti impegnati in pressanti richieste all'amministrazione affinché intervenisse presso l'Università per assicurare la priorità nell'attivazione dei percorsi di riconversione, sfociate nella nota congiunta prot. 10402 del 4 ottobre u.s. (rif. comunicato del 5 ottobre u.s.).
Nell'incontro di oggi da parte della CISL Scuola e di tutte le OO.SS. è stata sottolineata l'urgenza di procedere al più presto con l'avvio dei percorsi ed è stato nuovamente sollecitato un incontro con il Capo dipartimento dell'Università al fine di mettere a punto la gestione dell'intera partita della formazione, con particolare riguardo per i PAS.
Quanto alla riconversione sul sostegno l'Amministrazione ha comunicato che sono già stati svolti una serie di incontri con la Conferenza Universitaria Nazionale di Scienze della Formazione, il nuovo organismo che interverrà nella gestione dei corsi, con cui è in dirittura d'arrivo la sottoscrizione di un novo accordo.
Stante la disponibilità di circa 750.000 € di risorse, si prevede l'attivazione di 15/16 corsi a livello regionale e interregionale, il cui costo è stato stimato in circa 50.000 € a corso per 100 partecipanti ciascuno (con un totale di circa 1500 docenti coinvolti).
Dopo un serrato confronto, nel confermare le priorità e i criteri di partecipazione e attivazione già definiti con la nota prot. 7591 del 10 ottobre 2012, è stato concordato:
- di confermare con precedenza le domande già presentate, consentendo al contempo sia eventuali rinunce, sia eventuali nuove domande da presentare entro il mese di novembre;
- di decentrare la gestione dei corsi agli uffici territoriali, previo confronto con le OO.SS. al fine di definire e valutare, anche in relazione a situazioni specifiche, le priorità di ammissione con riferimento agli esuberi dell'a.s. 2013/14 e tenendo in considerazione particolare gli ITP titolari C555 e C999 che non sono in possesso di titoli di studio che consentono il passaggio in altre classi di concorso
- di agevolare la partecipazione ai corsi anche privilegiando l'accesso ai permessi per il diritto allo studio.

 

Il MIUR si è impegnato a diramare entro la prossima settimana la nuova nota per l'avvio dei corsi e ha comunicato di aver contattato il Capo dipartimento dell'Università, Dott. Mancini, per un incontro a breve con le OO.SS..