• MOBILITA’ A.S. 2015/16: CONCLUSO IL CONFRONTO
  • Si è da poco concluso il breve confronto per il CCNI sulla mobilità per l’a.s. 2015/16 a cui, per accordo unanime del tavolo, sono state apportate minime integrazioni e modifiche al fine di recuperare il ritardo di avvio della trattativa. La sottoscrizione dell’ipotesi è prevista per il pomeriggio di oggi.
  • Di seguito le variazioni più significative.
  •  
  • MOBILITA’ PROFESSIONALE DOCENTI – ART. 3
  • Per i passaggi di ruolo è stato esteso alla scuola dell’infanzia, integrando la nota (1), il riconoscimento del valore abilitante del diploma magistrale acquisito entro il 2001/2002.
  •  
  • PERSONALE DOCENTE E ATA TRANSITATO NEI RUOLI STATALI
  • L’art. 3 bis ha recepito il transito nei ruoli statali del personale docente e ATA proveniente dal ruolo comunale dell’Istituto tecnico Aldini Valeriani – Siriani di Bologna e dal ruolo provinciale del liceo linguistico A. Lincoln di Enna. I posti eventualmente vacanti in tali istituti non sono disponibili per la mobilità territoriale e professionale dell’a.s. 2015/16.
  •  
  • CERTIFICAZIONE PROVVISORIA DELLO STATO DI DISABILITA’
  • All’art. 9 comma 1 lettera a) è stata recepita la modifica apportata dal D.L. 90/2014 che ha previsto la possibilità di avvalersi di certificazione provvisoria dopo 45 giorni dalla presentazione della domanda qualora la Commissioni medica prevista dall’art. 4 della legge 104/92 non si sia pronunciata.
  •  
  • CPIA
  • In tutto l’articolato sono state adeguate le previsioni relative ai centri territoriali che si riorganizzeranno nei CPIA. Al fine della mobilità a domanda e d’ufficio la sede di riferimento è rimasta quella del centro territoriale in cui rimane incardinata la titolarità del personale docente e ATA.
  • Unica eccezione riguarda i DSGA che potranno acquisire a domanda (esprimendo il codice puntuale) ed eventualmente d’ufficio la titolarità del CPIA.
  • I DSGA già utilizzati nell’a.s. 2014/15 possono chiedere la titolarità del CPIA con precedenza assoluta. Successivamente è riconosciuta analoga precedenza a domanda e in base al punteggio, ai DSGA titolari delle istituzioni scolastiche che amministravano i Centri territoriali riorganizzati nei Centri Provinciali per l’istruzione degli adulti. In entrambi i casi le assegnazioni di sede sono effettuate manualmente dall’ufficio territoriale prima della mobilità.
  •  
  • SOSTEGNO NELLA SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO
  • Nell’art. 30 è stato recepito il testo della sequenza contrattuale sottoscritta il 22/7/2014 in relazione all’unificazione delle aree di sostegno.

 

Invieremo il testo con i grassetti dopo la sottoscrizione non appena ci verrà trasmesso dall’amministrazione.