Cisl Scuola, Flc Cgil, Uil Scuola, Snals e Gilda - attraverso una nota unitaria di protesta e di ferma denuncia (vedi allegato) - hanno richiesto al Miur in data odierna, 8 giugno, un urgente incontro di informativa sindacale al fine di fare chiarezza relativamente all’incontro “riservato” avvenuto mercoledì scorso, 3 giugno, tra i dirigenti dell’amministrazione centrale e i Direttori Regionali avente all’ordine del giorno l’avvio in tutta fretta dei lavori di predisposizione della proposta di organico per l’a.s. 2015/16, in vista dell’attuazione del DDL di riforma della scuola, al momento in discussione presso la 7ª Commissione Permanente del Senato. 
 
Tale lavoro preparatorio, secondo le indicazioni del Miur, dovrebbe vedere coinvolte le scuole che sarebbero chiamate, per il tramite dei collegi, a deliberare al buio stante la mancanza di una norma di riferimento certa. 
 
Cisl Scuola, Flc Cgil, Uil Scuola, Snals e Gilda
 
ritengono che questo “pre allerta” - volto a organizzare gli atti propedeutici all’attuazione del DDL - sia illegittimo e rischi di gettare scompiglio nelle scuole, oltretutto in uno dei periodi più delicati dell’anno scolastico;
 
denunciano l’iniziativa - chiedendone al contempo l’immediata sospensione - sia perché irriguardosa dell’autonomia di un ramo del Parlamento sia in quanto intempestiva, illegittima e fonte di inutile disagio per le scuole.