Sia pure con ritardo (la legge era in vigore fin dal 20 marzo) il MIUR ha dato comunicazione agli uffici preriferici dell'avvenuta modifica del comma 11 dell'articolo 72 del decreto-legge 112/2008, invitando, quindi, gli Uffici stessi a revocare gli eventuali preavvisi di cessazione dal servizio trasmessi agli interessati sulla base della maturazione dell'anzianità contributiva di 40 anni. Il preavviso, pertanto, sarà operativo soltanto nei confronti di coloro che sono in possesso di un'anzianità di 40 anni di servizio effettivo (e appartengano, naturalmente, a classi di concorso o posti in esubero).

Riportiamo di seguito il testo della nota ministeriale che detta disposizioni in tal senso, trasmessa in data di ieri, 11 maggio.


******

Ministero dell'Istruzione, dell' Università e della Ricerca
Dipartimento per l'Istruzione
Direzione Generale per il Personale scolastico - Ufficio III

Roma, 11 maggio 2009

Oggetto: Cessazioni dal servizio - Legge n. 15/2009 modifiche all'art. 72, c. 11 Legge n. 133/2008

Com'è noto l'art. 6, c. 3 della Legge n. 15 del 4 marzo 2009, che è entrata in vigore il 20 marzo u.s., ha modificato il requisito dell'anzianità massima contributiva di 40 anni prevista dal c. 11 dell'art. 72 della Legge n. 133/2008 in "anzianità di servizio effettivo di 40 anni".

Per quanto sopra le SS.LL. vorranno espressamente revocare gli eventuali preavvisi già trasmessi agli interessati di cui al citato comma 11 potendo procedere unicamente nei confronti di coloro i quali sono in possesso del requisito di 40 anni di servizio effettivo.


IL CAPO DIPARTIMENTO
F.to Giuseppe Cosentino