A seguito dell'incontro svoltosi martedì scorso al MIUR in tema di mobilità per il 2018/19, è giunta la formale convocazione dei sindacati per lunedì 4 dicembre prossimo per una nuova riunione nel corso della quale verrà proposta l'ipotesi di un "accordo ponte" per la mobilità del prossimo anno scolastico, confermando di fatto il CCNI sottoscritto per la mobilità 17/18.
Le ragioni, illustrate nell'incontro di martedì scorso, discendono dal fatto che essendo aperta la fase del rinnovo del CCNL, il tema "mobilità" potrebbe trovare nuova regolamentazione attraverso le prerogative che saranno definite in sede Aran. Ricordiamo, al riguardo, che  l'atto di indirizzo del Miur propone una cadenza triennale della contrattazione integrativa.
La proroga del'attuale CCNI sulla mobilità garantirebbe inoltre una anticipazione di tutte le operazioni funzionale ad un più ordinato avvio del prossimo anno scolastico.
La nostra organizzazione, ritenendo positivi i risultati prodotti dal CCNI sulla mobilità 17/18 che ha fra l'altro consentito il trasferimento direttamente su scuola nella stragrande maggioranza dei casi, si è dichiarata disponibile alla soluzione proposta dal Miur, che si riserverebbe margini di intervento per migliorare gli aspetti applicativi attraverso lo strumento dell'ordinanza ministeriale, ferme restando naturalmente le regole confermate del CCNI.