new8

E' proseguito - stamattina al MIUR - il confronto per la determinazione dei criteri per la distribuzione del FIS. Sono state confermati sostanzialmente i valori economici che saranno assegnati alle "funzioni strumentali" e agli "incarichi aggiuntivi", così come espressi nel resoconto dello scorso incontro in materia, svoltosi il 29 ottobre (vedi sotto).

La riunione odierna è stata dedicata all'art. 87 del CCNL ("attività complementari di educazione fisica"). Il "tavolo" unanimemente ha deciso di assegnare a questo istituto contrattuale un finanziamento di 60 milioni di euro.

Le risorse saranno distribuite a tutte le scuole secondarie di I e II grado, con una quota di circa € 3.000 per ogni posto di docente di educazione fisica in organico di diritto. Tutte le scuole, di conseguenza, avranno l'opportunità di programmare attività di avviamento alla pratica sportiva.

Di questa programmazione, deliberata nel POF, le istituzioni scolastiche dovranno informare il MIUR entro il prossimo 15 dicembre; sulla base di questa comunicazione/determinazione le scuole riceveranno le risorse a consuntivo del progetto.

Le istituzioni scolastiche che hanno in organico anche il coordinatore provinciale riceveranno - per la sua specifica attività - una quota aggiuntiva di circa € 6.000.

L'Amministrazione si è riservata di predisporre una bozza di CCNI contenente tutti i parametri individuati per la distribuzione del FIS al fine di sottoporla alla formale sottoscrizione nel corso del prossimo incontro.

La CISL Scuola, sulla base dei parametri già definiti, ha sollecitato l'Amministrazione a comunicare, con urgenza, alle scuole il budget del FIS loro assegnato per consentire - in tempi brevi - sia la predisposizione del piano annuale delle attività sia la relativa contrattazione di istituto.

I dirigenti MIUR hanno assicurato, in tal senso, il massimo impegno.

 

 

INCONTRO DEL 29 OTTOBRE

Nell'incontro - che si è svolto nella giornata di ieri, al MIUR - l'Amministrazione ha informato le Organizzazioni Sindacali che nei prossimi giorni sarà inviata alle istituzioni scolastiche la comunicazione relativa all'ammontare del FIS contestualmente alla prima trance di risorse (i 4/12 relativi all'anno 2009). I restanti 8/12 dell'a.s. 2009/10 (gennaio-agosto 2010) saranno inviati nel prossimo mese di febbraio.

I finanziamenti per le supplenze relativi al periodo settembre-dicembre 2009 (4/12) sono già stati inviati alle scuole e sarà corrisposto, altresì, il saldo degli 8/12 (gennaio-agosto 2009) concernente lo scorso anno scolastico.

Limitatamente alla sola scuola primaria, sono in arrivo anche le risorse per il "funzionamento".

E' stato raggiunto con l'ANCI (l'Associazione dei Comuni italiani) l'accordo per la corresponsione diretta dal MIUR della TARSU relativa al periodo 2003-2007. Ciò consentirà la radiazione degli specifici residui passivi dai bilanci delle istituzioni scolastiche.

L'Amministrazione lancerà o valuterà, nei prossimi giorni, i monitoraggi relativi a:

  • ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti;
  • indennità per funzioni superiori in sostituzione del dirigente scolastico o del DSGA;
  • ore prestate nei corsi integrativi nei licei artistici;
  • ore di avviamento alla pratica sportiva.

Queste rilevazioni saranno effettuate solo on line: gli invii cartacei, pertanto, non saranno tenuti in alcun conto. Le scuole avranno pochi giorni a disposizione per "rispondere" (probabile "chiusura delle aree" il 3 novembre); tale urgenza è dettata dal fatto che Amministrazione e Sindacati possano utilmente e sollecitamente giungere alla sigla dello specifico accordo già nel corso del prossimo incontro, calendarizzato per giovedì 5 novembre.

In quell'occasione si dovrebbe, altresì, pervenire alla sottoscrizione dell'accordo di massima già raggiunto ieri relativo alle "funzioni strumentali" (docenti) e agli "incarichi specifici" (ATA), secondo le indicazioni espresse nel precedente incontro di mercoledì scorso, 21 ottobre.

Nel particolare, sono assegnate per le "funzioni strumentali" una quota-base di € 3.000 per ogni scuola alla quale aggiungerne una complementare di € 2.000 in presenza di una complessità organizzativa (istituto comprensivo; istituto di istruzione superiore; convitti ed educandati; scuole militari, carcerarie, ospedaliere, annesse, all'estero; corsi serali) con ulteriori € 100 (circa) per ogni docente in organico di diritto.

Relativamente agli "incarichi specifici" le risorse disponibili saranno così ripartite:

  • una quota di circa € 100 per ciascun posto in organico di diritto (esclusi DSGA, LSU e co.co.co);
  • un'ulteriore quota di € 280, da integrare alla precedente, per ogni posto in organico non coperto da un titolare di posizione economica ex art. 7.

Infine, nell'intento di fornire una risposta alle situazioni di disagio che si sono evidenziate nell'applicazione del calcolo del FIS (in particolare: lavoro notturno nei convitti, indennità di bilinguismo, indennità di direzione ai sostituti del DSGA, duplicazione delle quote di direzione, etc.), tutte le Organizzazioni Sindacali hanno sostenuto che eventuali risparmi o mancati utilizzi di risorse contrattuali dovranno essere destinate allo scopo sopra descritto.