Nella serata di martedì scorso, 18 maggio, è stata siglata - tra Organizzazioni Sindacali e MIUR - l'"Intesa" sulla ripartizione delle risorse contrattuali relative alle "funzioni strumentali", agli "incarichi specifici del personale ATA", alle "ore aggiuntive per le attività complementari di educazione fisica", alle "ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti" e ad alcuni "compensi vari" ("indennità di sostituzione del DSGA", "lavoro notturno", "lavoro festivo", "indennità di bilinguismo") che, in particolare, hanno finora gravato sul Fondo d'Istituto di alcune scuole.

E' evidente che l'accordo sottoscritto doveva tener conto solo delle risorse contrattuali previste nello scaduto CCNL 2006-2009 (quello sottoscritto il 29.11.2007), contratto che resta in vigore fino alla stipula di un nuovo contratto collettivo nazionale (evenienza, peraltro, molto poco probabile nell'attuale congiuntura).

E' pure evidente che non poteva essere quella del MIUR la sede per implementare tali risorse, in particolare per alcuni istituti contrattuali come quello delle "ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti". L'impegno della CISL Scuola, in tal senso, resta forte, anche con la proposta di far retribuire queste ore dal Ministero Economia e Finanze (MEF).

Il risultato ottenuto è particolarmente importante per una serie di motivazioni che così possiamo riassumere.

  • E' la prima volta che la sottoscrizione avviene in anticipo rispetto al nuovo anno scolastico e, quindi, in tempo utile per una rapida registrazione.
  • Le istituzioni scolastiche saranno in condizione di conoscere, fin dai primi giorni del prossimo settembre, le risorse loro assegnate e questo consentirà di iniziare subito le contrattazioni d'istituto.
  • Gran parte delle risorse contrattuali sono state riunite in un unico accordo che consente di avere una visione complessiva delle assegnazioni. Lo stesso FIS, determinato dai parametri del CCNL, sarà comunicato alle scuole, contestualmente, nei primi giorni del prossimo anno scolastico. Al momento restano escluse solo le risorse relative alle "aree a rischio e a forte processo immigratorio": in materia, c'è un impegno per procedere a tale contrattazione già dal prossimo mese di giugno, unificando anche tale risorsa (ad oggi le quote relative all'a.s. 2009/10 non risultano ancora definite).
  • Si è finalmente data una risposta, anche se non esaustiva, a quegli istituti contrattuali come l'"indennità per sostituzione del DSGA", il "lavoro notturno e festivo", il "bilinguismo", il "trilinguismo", etc., che da anni aspettavano soluzione.
  • Le scelte operate sono nel segno della continuità con quanto concordato già nel presente anno scolastico e, tutte, su parametri oggettivi legati all'organico della singola istituzioni scolastiche.