Come anticipato nella precedente C.M. 53 del 23 luglio u.s. sull'adeguamento dell'organico di diritto alle situazioni di fatto, il MIUR ha emanato ulteriori disposizioni integrative riferite in modo specifico alla scuola secondaria di II grado.
Il rinvio ad una successiva integrazione era stato motivato dall'Amministrazione con l'esigenza di una più puntuale verifica della effettiva consistenza delle situazioni di esubero a chiusura delle operazioni di mobilità, oltre che agli sviluppi della situazione legata alla recente ordinanza del TAR Lazio, impugnata dal MIUR presso il Consiglio di Stato.
Nella nuova circolare, ribadito che la consistenza delle cattedre deve essere di 18 ore (con possibilità di derogare, ove occorra, fino ad un minimo di 15 ore), vengono in particolare indicate le modalità di utilizzazione del personale appartenente a classi di concorso in esubero, indicando come priorità il potenziamento degli insegnamenti che sono stati oggetto di riduzione nell'ambito della riconduzione a 32 e 34 ore rispettivamente per gli istituti tecnici e per gli istituti professonali.
Viene inoltre confermato il raddoppio delle dotazioni riferite alle classi di concorso 50C e 51C relativamente all’organizzazione delle ore di laboratorio di servizi enogastronomici.