Pubblichiamo la  Direttiva n. 87 dell’8 novembre 2010, emanata annualmente per l’utilizzo dei fondi ex legge 440/97, sia in premessa che nell’articolato ricalca l’impostazione di quelle degli anni precedenti.
Nel dispositivo si rileva subito che l’importo complessivo è ridotto di 14.746.505,24 euro pari ad un taglio del 10% circa.
Sono confermati gran parte dei settori prioritari d’intervento:
  • ampliamento dell’offerta formativa;
  • formazione e sostegno all’innovazione (si fa un esplicito riferimento alla formazione in ingresso e in servizio per i dirigenti scolastici e per i DSGA);
  • scuola digitale;
  • miglioramento dell’offerta formativa nelle scuole paritarie;
  • integrazione scolastica degli alunni disabili e di quelli ospedalizzati;
  • ruzione post-secondaria, degli adulti ed alternanza scuola lavoro(si prevedono misure nazionali di sistema per accompagnare e sostenere il riordino degli istituti tecnici e professionali e la nuova organizzazione dei percorsi per l’istruzione degli adulti);
  • valutazione degli apprendimenti (viene specificata la necessità di approfondire le determinanti dei risultati di apprendimento conseguite dalle singole scuole e definire adeguate procedure perché le istituzioni scolastiche, in piena autonomia, possano leggere ed elaborare gli esiti della rilevazione);
  • promozione, sostegno e documentazione dell’innovazione.
Scompare l’intervento destinato a valorizzare le eccellenze (borse di studio agli studenti meritevoli).

Sono confermati, altresì, i criteri generali per la ripartizione delle risorse.

Nell’ambito della riduzione complessiva delle risorse notiamo che alcuni settori sono implementati in maniera consistente:

  • aumenta di cinque milioni di euro l’importo destinato alle attività di formazione;
  • aumenta del 20% quello relativo all’editoria digitale;
  • triplicata la somma per la valutazione degli apprendimenti;
  • idem per il sostegno all’innovazione.
Di conseguenza sono ridotti gli importi relativi ai restanti interventi:

  • diminuisce del 60% circa l’importo destinato alla prosecuzione dei progetti per il potenziamento della cultura scientifica e all’insegnamento della lingua italiana ed inglese nella scuola primaria;
  • è dimezzato l’importo destinato all’educazione ambientale e alla salute;
  • si riduce del 20% la somma destinata a progetti promossi per la partecipazione alle olimpiadi internazionali;
  • sono ritoccati lievemente tutti gli importi riferiti agli altri settori.
Il provvedimento riguarda l’esercizio finanziario del 2010 ed attualmente è alla Corte dei Conti per la registrazione prima di essere operativo.
Il persistente ritardo che annualmente si verifica, causa un percorso di approvazione lungo e farraginoso, rischia che ancora una volta le risorse debbano essere impegnate in tempi strettissimi o addirittura andare in economia.

Nell’auspicio che le risorse possano essere subito impegnate, la Cisl Scuola ha comunicato all’Amministrazione la propria disponibilità a sottoscrivere con immediatezza l’Intesa, prevista dal punto 4 del CCNI, per utilizzo delle risorse finanziarie destinate, ex lege 440/97 E.F. 2010, ad implementare la formazione del personale della scuola.

La Segreteria Nazionale