Nell'incontro svoltosi nella giornata di ieri, 1 marzo, a seguito di richiesta del 14 gennaio u.s., alla presenza del dott. Filisetti e del dott. Chiappetta, l'Amministrazione ha dato informativa sulle questioni inerenti il pagamento delle indennità di funzioni superiori, delle ore eccedenti in sostituzione dei colleghi assenti e delle visite fiscali, oltre alla direttiva 103 relativa ai servizi di pulizia. Preliminarmente il direttore Filisetti ha comunicato la positiva soluzione della questione riguardante le ore alternative alla religione il cui pagamento sarà a carico del Mef. Si è in attesa della nota ufficiale della Ragioneria Generale.

Per quanto attiene ai punti all'ordine del giorno dell'incontro le OO.SS. hanno appreso che:

  • un esito positivo si prospetta per la indennità di funzioni superiori dell'assistente amministrativo che sostituisce il Dsga mentre per il compenso relativo ai docenti restano forti dubbi, essenzialmente del Mef, circa la possibilità di liquidazione di detta sostituzione;
  • per le ore eccedenti al momento, pur rimanendo la questione esaminata con attenzione dal Ministero come strumento necessario per la garanzia del diritto allo studio, non sono previste risorse aggiuntive;
  • le visite fiscali sono a carico delle spese di funzionamento che, ove risultassero insufficienti, saranno oggetto di integrazione da parte dell'amministrazione. Nel contempo è stata predisposta una norma che prevede la liquidazione diretta del Miur agli Enti competenti sullo schema di quello che già avviene per la Tarsu;
  • per il servizio di pulizia esternalizzato, facendo seguito alla direttiva 103, sarà a giorni trasmessa una nota di chiarimenti operativi, comprensiva di facsimile di capitolati di appalto, sulle proroghe dei contratti e per consentire alle scuole interessate di procedere alla stipulta dei nuovi dal 1 settembre 2011 al 30 giugno 2012, nell'attesa che dal 2012 si provveda a livello nazionale.

La CISL Scuola esprime soddisfazione per i risultati positivi comunicati ribadendo allo stesso tempo, per le altre tematiche, da un lato la piena applicazione delle norme contrattuali e dall'altro la consapevolezza che alcune spese non possono essere finanziate solo da risorse contrattuali ma sostenute da specifiche risorse del Miur.