Facendo seguito alla precedente nostra notizia dello scorso 2 marzo comunichiamo che, tramite il messaggio del 14.3.2011 del Service Personale Tesoro del MEF e la nota prot. n. 26482 del 7.3.2011 della Ragioneria Generale dello Stato (IGOP),  il MEF ha fornito ai propri uffici territoriali indicazioni relative al pagamento delle “ore alternative all’insegnamento della religione cattolica” ai docenti interessati (personale a tempo indeterminato che si dichiara disponibile ad effettuare ore eccedenti rispetto all’orario d’obbligo; personale supplente già titolare di contratto con il quale se ne stipula un ulteriore a completamento dell’orario d’obbligo ovvero appositamente assunto non potendo ricorrere ad una delle precedenti ipotesi).
“Ore alternative” che nella stessa su indicata nota sono definite, una volta attivate dall’istituzione scolastica, un “servizio strutturale obbligatorio” da pagare “a mezzo dei ruoli di spesa fissa”
Si chiarisce definitivamente e positivamente, così, una questione per la quale nei mesi scorsi la CISL Scuola ha ripetutamente sollecitato l’Amministrazione a diramare specifici ed esplicativi chiarimenti.

La Segreteria Nazionale