Rispetto all’emanazione del provvedimento di aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento, il Miur ha consegnato alle OO.SS. copia della richiesta di parere inviata all’Avvocatura generale dello Stato in relazione all’interpretazione del quadro normativo conseguente alla sentenza della Corte Costituzionale. L’Amministrazione nella nota trasmessa (in allegato), nel sottolineare il carattere ad esaurimento delle graduatorie e la conseguente necessità di tutela delle legittime aspettative degli aspiranti in esse inclusi, ha espresso l’avviso che si debba considerare abrogata tutta la disciplina precedente relativa al trasferimento di provincia.  L’emanazione del provvedimento di aggiornamento delle graduatorie è, comunque, subordinata alla risposta dell’Avvocatura Generale dello Stato prevista entro una decina di giorni. Durante l’incontro il MIUR, a seguito delle pressioni avanzate dalla CISL Scuola e dalle altre OO.SS. in relazione alle recenti sentenze dei giudici del lavoro a favore del personale precario ha, inoltre, comunicato, che sta valutando i margini di fattibilità di una consistente tornata di assunzioni per contrastare alla radice il problema dei contenziosi, e che sono allo studio anche possibili soluzioni legislative per sanare il contrasto emerso tra le norme nazionali vigenti e le disposizioni comunitarie. La necessità di ampliare le assunzioni su tutte le disponibilità esistenti in organico è una posizione che non da oggi la CISL Scuola sostiene con forza in favore della stabilità del lavoro e della qualità del servizio scolastico,

come chiaramente emerge anche dai numerosi comunicati e dalle dichiarazioni alla stampa.

ALLEGATO: GRAD. ESAURIMENTO PARERE

Ultimo aggiornamento ( Sabato 02 Aprile 2011 09:50 )