Si è conclusa, con l’incontro di questa mattina, 28 aprile, al MIUR, l’informativa sull’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento del personale docente per il biennio 2011/12-2012/13.

L’Amministrazione ha presentato una nuova bozza di decreto che ha accolto alcune richieste avanzate dalle OO.SS. e che trasmettiamo in allegato con le variazioni evidenziate in carattere rosso grassetto.

Come già preannunciato con il comunicato del 21 aprile scorso le più importanti modifiche rispetto al testo del provvedimento relativo al biennio appena concluso (D.M. 42/2009) riguardano:

  • l’abolizione delle graduatorie di coda;
  • il ripristino della possibilità di trasferimento di provincia con inserimento a pettine;
  • il riconoscimento della valutazione dell’intero anno di servizio al personale beneficiario dei provvedimenti salva-precari.

L’emanazione è prevista per la prossima settimana. Il MIUR sarebbe intenzionato a ridurre a 20 giorni il termine per la presentazione delle domande (in formato cartaceo) che dovrebbe, pertanto, scadere intorno al 25/26 maggio p.v. così da consentire agli Uffici territoriali di portare a conclusione la valutazione dei titoli e la pubblicazione delle graduatorie in tempi utili per le assunzioni del prossimo anno scolastico.

Il Direttore generale durante l'incontro ha, inoltre, fornito più dettagliate informazioni rispetto all’intervento di natura legislativa che, secondo le intenzioni dell’amministrazione, è destinato ad accompagnare le procedure di aggiornamento per introdurre correttivi rispetto alle criticità emerse nell’ultimo periodo. L’articolato dovrebbe essere inserito nel provvedimento sullo sviluppo, di prossima presentazione da parte del Governo.

Le misure che il MIUR intenderebbe introdurre riguardano:

  • la deroga alla direttiva europea sulla stabilizzazione dei precari motivata dalle peculiarità del settore scolastico, e accompagnata da un piano di assunzioni triennale su tutti i posti vacanti e disponibili a partire dall’anno scolastico 2010/2011;
  • lo spostamento definitivo al 31 agosto del termine per la conclusione delle operazioni di utilizzazione e assegnazione provvisoria del personale di ruolo e di assunzione a tempo indeterminato e determinato da parte degli Uffici regionali;
  • la triennalità degli aggiornamenti delle graduatorie ad esaurimento (attualmente effettuati con cadenza biennale);
  • l’innalzamento a 5 anni del vincolo di permanenza nella provincia di assunzione a tempo indeterminato prima di poter chiedere il trasferimento, l’utilizzazione e l’assegnazione provvisoria.

L’Amministrazione avrebbe, inoltre, escluso qualunque intervento sulle tabelle di valutazione dei titoli delle graduatorie ad esaurimento, come pure sulla possibilità di inserimento in diversa provincia nelle graduatorie di circolo e di istituto che continuerebbe, pertanto, ad essere consentita. Come già evidenziato nel comunicato del 21 u.s. a cui rinviamo, questi interventi dovranno ora essere assunti in sede politica, e auspichiamo, per evidenti esigenze di chiarezza rispetto alle scelte che i precari saranno a breve chiamati a compiere, che intervengano prima del termine di presentazione delle domande.

 

ALLEGATO: BOZZA DEL DECRETO